Iscriviti: Feed RSS

Prima colonia agricola per sordomuti.

Feletto Canavese
CHIESA PARROCCHIALE DI MARIA ASSUNTA: fu consacrata nel 1750 dal cardinale Vittorio Amedeo Ignazio delle Lanze, abate di Fruttuaria di San Benigno. Ricca di altari e decorazioni, statue e quadri di notevole pregio, tra i quali spicca sul lato destro dell’ingresso il polittico del Defendente Ferrari, proveniente dall’Abbazia di Fruttuaria. Interessante la maestosa statua lignea dell’Assunta.
IL SANTUARIO DEL CARMINE: situato sulla strada in direzione di Agliè, di sobrie linee barocche, fu iniziato intorno al 1749 sulle rovine di una precedente cappella secentesca dedicata alla Madonna del Monte Carmelo, della quale si conserva la vecchia statua.
CHIESA DEL CIMITERO: secentesca chiesa dedicata a san Pietro, già parrocchiale di Filetto, si trova appunto accanto al cimitero. Ha una sola navata e una cappella laterale dedicata alla Madonna Salso Infirmorum.
CHIESA DEL ROSARIO: la chiesetta è situata nella parte occidentale del paese ed è stata eretta nel 1631, a coronamento di un voto fatto dalla popolazione per la cessazione della peste.
IL TORRIONE: così si indica un massiccio edificio a pianta quadrata comprendente una bella torre campanaria, esistente già nel 1455 ed ex sede degli uffici comunali. Si trova sulla piazza nella zona più antica di Feletto.
CASA DELLA DIVINA PROVVIDENZA:palazzo di solidissime proporzioni, fatto costruire nel 1782 dal medico Clemente Serena. La costruzione con annessi terreni, fu acquistato nel 1918 dal teologo Falletti che fondò la prima colonia agricola italiana per sordomuti. Alla sua morte l’Opera fu ereditata dalla “Piccola Casa della divina Provvidenza”.
INDIRIZZI UTILI
Comune di Feletto Canavese: piazza Martiri Felettesi, 4; tel. 0124490547, fax 0124490257.
Fonte: la città dell’arte della provincia di Torino – nw062 (2006)


Newsletter della Storia dei Sordi n.62 del 27 giugno 2006

Newsletter della Storia dei Sordi n.62 del 27 giugno 2006

Il grido del Gabbiano di Emmanuelle Laborit