Iscriviti: Feed RSS

Il Patto di Padova e la prima bandiera ENS

Oggi, 26 settembre, è il giorno più importante della Comunità Sorda per la realizzazione dell’Opera ENS attraverso il compromesso storico del cosiddetto “Patto di Padova” per la costituzione del prestigio istituzionale ENS firmato dalle Associazioni storiche locali e dai Sordomuti con l’ordine del giorno: “Ente Unico”, lo spirito della bandiera dell’ENS, che dura  tuttora da 74 anni.

E’ un prezioso aiuto morale e spirituale nel cammino sociale dei Sordi italiani che difendono i propri diritti acquisiti e conquistati durante le durissime lotte dell’epoca nel periodo di piena miseria e umiliazioni. Se detta bandiera finisse nelle mani di persone irresponsabili, ciò significherebbe sconfitta e terribile disonore.

I Sordi uniti nella fede & amore nella splendida vita dell’ENS attraverso i propri efficaci dirigenti   tengono alta la Bandiera dell’ENS e l’onore dei nostri Padri dell’ENS.

A questo punto l’ENS festeggia il suo 74° compleanno, dal primo raduno dei sordi italiani a Padova nel giorno memorabile 24 settembre 1932 convocato per tre giorni per trovare un valido documento di accordo unitario nell’ENS dei Sordi italiani. Prima di quella data i sordi non avevano nulla né scuola, né formazione, né lavoro, né provvidenze economiche niente di niente…, ora tutti sono risaliti al pari della dignità umana e civile nella società. Ricordiamolo con la Bandiera dell’ENS.

Ecco il testo del patto di Padova per la costituzione dell’Ente Nazionale Sordomuti firmato dai massimi rappresentanti a nome dei sordi italiani loro appartenuti in data 26 settembre 1932.

L’originale manifesto é conservato nella casa madre dell’ENS (Sezione Provinciale ENS di Padova)

ORDINE DEL GIORNO DEL RADUNO DEI SORDOMUTI ITALIANI 24-26 SETTEMBRE 1932
“Constatato il desiderio di generale concordia di tutti gli interventi appartenenti sia alla Federazione Italiana delle Associazioni dei Sordomuti che alla Unione Sordomuti Italiani fanno voti che sia sollecitamente definitiva la pratica esistente presso l’On.le Ministro competente, riguardante la loro Organizzazione e venga provveduto allo scioglimento dei due Organismi e quindi alla costituzione dell’Ente Unico che raccolga tutti i Sordomuti italiani in una sola Organizzazione per provvedere alla loro completa tutela onde raggiunge i fini di tutte le provvidenze sociali ideate e promosse dal Governo nazionale ed esprimono inoltre il voto che il Commissario Governativo che sarà chiamato a provvedere alla Costituzione del nuovo Ente sia persona estranea alle due organizzazioni attualmente esistenti e non abbia contatti né con le Associazioni, né con gli Istituti per sordomuti.”
Dopo 10 anni con la legge n.889 del 12 maggio 1942 lo Stato riconosce l’ENS come Ente morale, successivamente con la legge n.698 del 21 agosto 1950 l’ENS riorganizza la propria struttura e poi confermata dal D.P.R. 31.3.1979 seppure la nuova forma della propria istituzione per la tutela e la rappresentanza dei Sordi italiani.
All’ENS tanti auguri di Buon Compleanno. nw077 (2006)


Newsletter della Storia dei Sordi n. 77 del 26 settembre 2006

Storia dei sordi