Iscriviti: Feed RSS

L’orecchio

L’Orecchio: un organo vitale che rappresenta la perfezione …
E’ senz’altro ritenuto uno degli organi vitali più importanti e sofisticati del corpo umano. E` suddiviso essenzialmente in tre parti:
1. L’ORECCHIO ESTERNO: padiglione auricolare e condotto uditivo esterno.
2. L’ORECCHIO MEDIO: timpano, catena degli ossicini e tuba di Eustachio.
3. L’ORECCHIO INTERNO: coclea e labirinto.
Ma cosa succede, dal momento in cui un suono sta per giungere al nostro orecchio, all’effettivo riconoscimento dello stesso grazie al nostro sistema nervoso centrale?

Le onde sonore, convogliate dal padiglione e dal condotto uditivo esterno, raggiungono il timpano mettendolo in vibrazione. Il timpano direttamente collegato al martello, il primo dei tre ossicini (martello, incudine e staffa), attraverso un meccanismo di leva trasmette le vibrazioni alla coclea, grazie alla staffa (l’ultimo degli ossicini), che è in collegamento con la coclea tramite la finestra ovale. La coclea (struttura a spirale a forma di chiocciola) è piena di liquidi (endolinfa, perilinfa) in cui delle cellule nervose a forma di ciglia (cellule cigliate), sono messe in movimento da onde viaggianti generate dal movimento della staffa (simile al meccanismo di funzionamento di un pistone). Le cellule cigliate flettendosi, attivano degli impulsi nervosi che vengono trasmessi tramite il nervo acustico (composto da fibre nervose) al sistema nervoso centrale. Ed è proprio qui che tali impulsi raggiungono l’area uditiva della corteccia cerebrale, dove vengono codificati e riconosciuti, dando vita ad una percezione sonora da parte della persona. Questo è quindi il processo, attraverso il quale, il nostro sistema uditivo ci consente di riconoscere i suoni e le parole che scandiscono e riempiono di significato la nostra vita.
Fonte: ccsitalia (2004)


INFORMAZIONI E INDIRIZZI UTILI