Iscriviti: Feed RSS

Raccomandazioni del XV Congresso della Federazione Mondiale dei Sordi (Newsletter della Storia dei Sordi n.343 del 23 ottobre 2007)

Il Consiglio Direttivo (Bureau) della Federazione mondiale dei sordi, WFD, accogliendo le raccomandazioni espresse dal quindicesimo congresso della stessa Federazione, tenutosi a Madrid, Spagna, dal 16 al 22 luglio 2007.

Riaffermando che i sordi devono avere gli stessi diritti umani alla pari di tutti i gruppi sociali e che la diversità è un fattore intrinseco nella Comunità sorda;
Riconoscendo l’importanza per i bambini e i giovani, i sordo-ciechi, i sordi con altre inabilità, gli immigranti, la gente indigena, le lesbiche, i gay, i transessuali e bisessuali, i contadini. le minoranze religiose, gli anziani e tutti i sordi, che devono essere ritenuti come cittadini membri della società con gli stessi diritti ed obblighi degli altri cittadini;
Dando risalto che siano adottate azioni positive, accelerando l’uguaglianza fra tutti;
Dando risalto al fatto che la lingua del segni è un diritto dell’uomo sordo per tutti i membri della Comunità, compresi coloro che utilizzano protesi e impianti interni;
Riaffermando che la formazione multilingue, ossia lingua dei segni più lingua parlata, è la migliore prospettiva per il godimento completi di tutti i diritti dell’uomo;
Raccomanda quanto segue:
• Avere l’obbligo di lavorare col proprio governo per promuovere la ratifica e l’esecuzione della convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con inabilità, quindi anche dei sordi, per il raggiungimento completo di tutti i diritti dell’uomo su una base uguale con altri cittadini.
• Ci si deve attivare come gruppo collettivo fra i paesi sviluppati e i paesi in via di sviluppo.
• Devono essere adottate misure per istruire e sensibilizzare la Comunità sorda circa la varietà di culture sorde.
• Si devono promuovere programmi e politiche di genere-uguaglianza per accertare lo sviluppo reale dei diritti delle donne e adottare misure che combattano la violenza e l’abuso contro le donne sorde.
• Avere la responsabilità di conservare, promuovere e proteggere le lingue dei segni e le eredità culturali; e per formulare politiche a sostegno delle lingue dei segni, comprese le lingue indigene dei segni.
• Avere l’obbligo di cooperare con le scuole e le autorità educative per promuovere fra i bambini sordi iniziative  tendenti a ricevere formazione multilingue/multi-culturale ed effettuare programmi di formazione per sviluppare identità idonee per tutti i bambini sordi, le loro famiglie ed i bambini di CODA.
• E’ necessario proteggere i diritti dei bambini dagli impianti cocleari e da altre tecnologie sensitive dalle modifiche ad una formazione pure in lingua dei segni.
• Responsabilizzare il ruolo  dei professionisti sordi in tutti i campi che hanno effetto sulla vita delle persone sorde.
• Promuovere lo sviluppo di programmi di formazione e di qualificazione per interpreti di lingua dei segni e seguire le indicazione della WFD per cooperare con gli stessi interpreti.
• Si devono osservare i principi di applicazione costante dei disegni universali per le innovazioni tecnologiche di nuovi prodotti e di servizi.
• Si deve formulare una dichiarazione delle preoccupazioni e delle priorità di bioetica e di qualità medica e cura chirurgica per le persone sorde, basata sul principio dei diritti dell’uomo.
• Stabilire un giudice per i programmi positivi di direzione per la gioventù sorda e coinvolgerli attivamente nella risoluzione e nell’esecuzione delle politiche.
• Promuovere responsabilmente l’occupazione e l’autosufficienza delle persone sorde.
• Promuovere la parità d’accesso ai servizi medico-sanitari per tutte le persone sorde.

I programmi e le azioni sviluppati dal WFD e dal relativo OMS devono tenere conto di tutta la gente sorda. Attenzione speciale dovrebbe essere prestata alla formazione sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo per eliminare lo svantaggio che porta, di conseguenza, disoccupazione, povertà, cattiva salute e mancanza di autodeterminazione.
La formazione per la gente sorda, particolarmente in paesi in via di sviluppo, deve essere un’iniziativa delle stesse persone sorde, per includere e comunicare le loro lingue e la cultura della lingua dei segni.
I diritti linguistici e culturali degli immigrati sordi devono essere rispettati come pure l’assistenza fornita nell’imparare la lingua e la cultura del loro paese.
Gli interpreti di lingua dei segni sono una risorsa fondamentale nel realizzare i diritti dell’uomo per un accesso completo. L’interprete di lingua dei segni è un concetto compreso non solo degli interpreti di lingua dei segni di udienza ma anche degli interpreti di lingua dei segni e delle guide sordi dell’interprete per le persone sordocieche.
La tecnologia e l’accesso alle informazioni, sono vitali per promuovere l’indipendenza. I principi del disegno universale accerteranno l’accesso di comunicazione e l’adempimento completi dei diritti dell’uomo delle persone sorde.
L’accesso uguale ai servizi medico-sanitari, attraverso la lingua dei segni e la cultura sorda e del personale professionale sordo, è un diritto dell’uomo della gente sorda.
Nel riferimento a crescere demografica di una popolazione di invecchiamento, attenzione deve essere prestata ai programmi ed ai servizi per gli anziani sordi.
Le lingue dei segni servono come strumenti vitali a trasmettere la cultura e la conoscenza. La condizione ed il riconoscimento delle lingue dei segni intorno al mondo saranno rinforzati con le politiche di lingua, la ricerca e la conservazione di e l’insegnamento delle lingue dei segni. Le lingue del segno dovrebbero essere una parte di tutti i programmi di studi nazionali.
La Federazione mondiale dei Sordi (WFD), il relativo Membersand che i partecipanti al quindicesimo congresso del mondo della federazione del mondo del sordo accosentono per promuovere ed effettuare questa risoluzione del congresso a tutti i governi ed autorità, esigenti rispetto per la realizzazione dei DIRITTI DELL’UOMO CON LE LINGUE dei SEGNI.

INFO:

FEDERAZIONE MONDIALE DEI SORDI (WFD)

ENTE NAZIONALE SORDI (MEMBRO UFFICIALE DELLA WFD)

LINGUA DEI SEGNI

CONVENZIONE DEI DIRITTI DELL’UOMO

nw343


Newsletter della Storia dei Sordi n.343 del 23 ottobre 2007

Charlie Chaplin 1889-1977 storia dei sordi