Iscriviti: Feed RSS

Verso il centenario della morte dell’Educatore Sordo Antonio Renoldi di Brescia 1908-2008 (Newsletter della Storia dei Sordi n. 412 del 28 gennaio 2008)

Sabato sera, 28 novembre 1908, alle ore 17 a 78 anni si spegneva serenamente il signor Antonio Renoldi, sordomuto, maestro dei sordomuti a riposo.
Con lui si chiude la vecchia schiera di quei benemeriti che dedicarono la massima parte della via all’istruzione ed educazione di coloro cui natura fu avara dell’udito e della parola.
Giovinetto e sordomuto, il Canonico Lodovico Pavoni lo accolse nel suo istituto ponendo in lui particolare benevolenza per la bontà dell’animo e per la svogliatezza dell’ingegno e più che tutto perché la carità del santo Sacerdote si profondeva maggiormente dove più grave era la sventura e più sentito il bisogno di aiuto.
Inclinato allo studio fu indirizzato nella carriera magistrale che percorse sempre fra i sordomuti per lo spazio di oltre mezzo secolo: poiché, anche giubilato, si interessò ognora della sorte de’ suoi fratelli di sventura impartendo fino a poco tempo fa l’istruzione religiosa ai sordomuti che nei giorni festivi si raccolgono a geniale ritrovo presso la chiesta di San Francesco.
E appunto pochi giorni or sono mentre si accingeva ad istruire un giovinetto che per le sue condizioni speciali non poteva essere accolto tra i sordomuti dell’Istituto Pavoni, fu colto da malore che lo condusse alla tomba.
Per suoi rapporti di intimità col Canonico Pavoni, portò largo contributo di notizie preziose pel processo di beatificazione del servo di Dio, e a lui si ricorse per ricostruirne il ritratto.
Il profondo sentimento cristiano che nutriva nell’animo gli fè sopportare con gioconda serenità la sua sventura, anzi si può dire che di essa si valse per eccitare i suoi allievi al sentimento della rassegnazione.
Il Canonico Pavoni che al Renoldi fu padre e maestro, lo accolga nella pace dei giusti ed entrambi invochino che la carità allarghi sempre più le sue braccia per soccorrere tanti infelici che giacciono nell’ignoranza e nell’abbandono.
Fonte: Cittadino di Brescia

Renoldi Antonio


 

Riprodotto da Giulio Tarra n.49 del 5 dicembre 1908 e fornito dalla Biblioteca Storica della Casa del Sordoparlante di Milano (2008).

INFO:

La biografia di Antonio Renoldi

nw412


 

Newsletter della Storia dei Sordi n. 412  del  28 gennaio 2008