Iscriviti: Feed RSS

Memoria storica di Dragoljub Vukotic

Il personaggio Dragoljub Vukotic fu molto noto nell’ambiente del sodalizio dei sordi della Jugoslavia e anche a livello internazionale con il quale fu Presidente della Federazione Mondiale dei Sordi (WFD, World Federation the Deaf), organizzazione riconosciuta dall’ONU.

Cenni biografici
Ecco la sua breve biografia, nacque a Arilje in Serbia il 18 luglio 1924. Divenne sordo a 11 anni. Nello studio si diplomò col titolo di assistente sociale e da giovanissimo si occupò delle problematiche delle persone sorde a Belgrado, per poi essere eletto Presidente della Federazione dei Sordi e sordastri della Jugoslavia.
Da questa nazione partecipò come delegato del proprio paese al primo congresso internazionale a Roma nel settembre 1951 per la costituenda fondazione della Federazione Mondiale dei Sordi (WFD). Divenne poi Presidente della medesima nel successivo Congresso del 1955. Questa carica la detenne per 28 anni nella guida con tanta saggezza e prudenza, con la sua classica personalità signorile, distintiva, nel lungo complesso lavoro per i diritti e la crescita delle associazioni di sordi che vivono nei paesi sottosviluppati con l’affiatata collaborazione del dr. Cesare Magarotto, segretario generale della medesima Federazione nel programma di interventi a favore dei Sordi.
Il suo impegno di sostenimento con la competenza e la esperienza, nonchè con la viva partecipazione della propria responsabilità, nel progresso fiorente della vita della Federazione iniziata a Roma con qualche nazione aderente con alla fine della sua presidenza di oltre 70 nazioni affiliate presso la struttura della sede centrale dell’ENS che lo ospita fu indiscutibile il grande contributo economico e di risorse umane date dello stesso ENS per l’incremento funzionale e manageriale della WFD, apprezzato dall’ONU, l’OIT, l’OMS e l’UNESCO, queste organizzazioni internazionali convocarono più volte a Vukotic e Magarotto per avere diverse consultazioni sulle problemnatiche della sordità e dell’educazione speciale e dei vari campi specifici.
Nel congresso di Palermo (1983) lo scettro di Vukotic fu ceduto all’americano Yerker Andersson per ragioni salute ma continuò ad occuparsi della ricerca storica su WFD con la collaborazione del Prof. Gannon.
Fu, inoltre, uno dei fautori della realizzazione dell’opera libraria “Gestuno” con due autori: Francesco Rubino e Cesare Magarotto. Questa utilità funziona a tuttoggi con la lingua dei segni internazionali, che agevola la comunicazione in modo essenziale e univocale con gli  altri sordi di tutti i paesi e  loro lingue nazionali che si contattano nell’ambito delle attività internazionali dei Sordi.
Per i suoi meriti l’Università Gallaudet di Wasghinton gli conferì laurea honoris Causa, nonchè la Gran Croce alla solidarietà Internazionale e altre onorificenze.
Più tardi si ritirò dalla comunità silenziosa internazionale per ragioni salute. Lasciò alla vita terrena nel giugno del 1997 all’età di 63 anni a Belgrado in Serbia.

ps079 (2008)

__________________________________________________

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

WDF