Iscriviti: Feed RSS

smsconsumatori (Newsletter della Storia dei Sordi n. 490 del 12 maggio 2008)

L’iniziativa è stata voluta dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.
Spesa troppo cara? Con un sms  si possono sapere i prezzi giusti
84 i prodotti monitorati. Si potrà conoscere il loro costo giornaliero corretto, al nord, centro e sud del Paese

Basta un Sms per sapere se ti stanno fregando quando fai la spesa. E’ infatti sufficiente inviare un messaggio con il cellulare al numero 47947 , indicando il nome del prodotto alimentare che si sta acquistando e il servizio «Sms consumatori» risponderà immediatamente, indicando il prezzo di vendita rilevato giornalmente e suddiviso nelle tre macro aree Nord, Centro e Sud. E’ un’iniziativa voluta dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali che ha predisposto un elenco di 84 prodotti alimentari a largo consumo contemplati nel paniere. Collegandosi al sito internet www.smsconsumtori.it è possibile avere ulteriori informazioni e inviare segnalazioni alle associazioni consumatori.

IL MINISTRO: «CONSOLIDARE DIALOGO TRA ISTITUZIONI E CITTADINI» – Il ministro delle Politiche agricole Paolo di Castro ha detto che «attraverso questo nuovo servizio si consolida il dialogo tra istituzioni e cittadini in particolare nell’ambito del controllo dei prezzi. Questo progetto si muove anche con l’intento di contrastare le speculazione per favorire una sempre maggiore trasparenza.

FEDERCONSUMATORI: «STRUMENTO FORMIDABILE» – Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, non ha dubbi: «Si tratta di uno strumento formidabile, che assume particolare rilevanza in relazione a una situazione caratterizzata da una particolare tensione sui prezzi e nella quale il potere di acquisto delle famiglie è particolarmente in crisi».

22 aprile 2008 Fonte: corriere.it


 

L’iniziativa promossa e realizzata dal Ministero delle Politiche agricole

Prezzi in tempo reale, oltre 88mila contatti in cinque giorni per «Sms consumatori». Successo per il servizio che fornisce informazioni sui prezzi di 84 prodotti alimentari, dal pane al latte

Il sito di Sms consumatori
 
MILANO – L’iniziativa, a quanto pare, ha avuto successo. C’è stato infatti un vero e proprio boom di contatti per «Sms consumatori», il servizio gratuito che fornisce informazioni sui prezzi di 84 prodotti alimentari, via cellulare. Nei soli primi cinque giorni di attivazione, dal 22 al 27 aprile, il sistema operativo ha ricevuto 88.159 messaggi e ne ha inviati, in risposta, 106.740. Tra i prodotti più gettonati dai consumatori interessati a conoscere il prezzo giusto: il pane (6.650), le zucchine (4.313), le mele (4.002), il latte (3.714), i pomodori (3.660), le fragole (3.287), le banane (2.258), le arance (1.811), la pasta (1.785), le patate (1.722).

INFO IN TEMPO REALE – Il servizio, promosso e realizzato dal ministero delle Politiche agricole, insieme a Ismea e a otto associazioni dei consumatori, funziona inviando un messaggio con il telefono cellulare al 47947, indicando il nome del prodotto. Si ricevono in tempo reale le informazioni sul prezzo rilevato giornalmente (suddiviso nelle tre macro aree regionali del Nord, Centro e Sud), il prezzo medio nazionale all’origine e il prezzo medio all’ingrosso aggiornato settimanalmente. «Tanti contatti dimostrano che questa è un’iniziativa estremamente felice ed efficace – afferma Paolo De Castro, ministro delle Politiche agricole – si tratta di un servizio che consente ai consumatori di difendersi meglio da eventuali speculazioni». Nei primi cinque giorni, le visite al sito internet www.smsconsumatori.it sono state 7.608 e 51.296, invece, le pagine visualizzate. Il sito permette di accedere ad informazioni aggiuntive ed offre l’opportunità di inviare segnalazioni alle associazioni dei consumatori relative a prezzi anomali o all’eventuale assenza d’etichetta. In caso di oscillazioni molto forti dei prezzi infatti, sarà discrezione delle associazioni dei consumatori trasmettere le segnalazioni al Garante di sorveglianza.

Fonte: corriere.it  – nw490


 

Newsletter della Storia dei Sordi n. 490 del 12 maggio 2008