Iscriviti: Feed RSS

Madre Severina Girotti della Piccola Missione per i Sordomuti

Madre Severina Girotti: “la donna forte, piena di fede e di coraggio”  ha raggiunto la Patria del Cielo.

Era nata a Campalto (Venezia) il 31 ottobre 1925 e a 20 anni, dietro consiglio di P. Arturo Elmi, decise di entrare nella Piccola Missione per donare la sua vita al bene dei sordomuti.

L’8 dicembre 1947 fece la sua Prima Professione Religiosa e per alcuni anni fu impegnata nella formazione delle giovani aspiranti e nella scuola materna della casa di Firenze.

A soli 28 anni fu eletta Superiora della comunità di Roma e in seguito di quella di Giulianova (TE). Ancora giovanissima, nel 1966, fu eletta Superiora Generale della Congregazione, ruolo che coprì ininterrottamente per ben 18 anni, dal 16.7.1966 al 7.7.1984.

“Il suo pensiero dominante -afferma Madre Licia Poli, attuale superiora generale delle Suore della Piccola Missione per Sordomuti- era portare serenità e fiducia, era creativa e intraprendente, spontanea e immediata nelle scelte e nelle decisioni”.

Negli anni che seguirono il Concilio Vaticano II con coraggio prese iniziative che precorrevano i tempi: fece studiare molte suore sia per dare loro un diploma che permettesse di assumere ruoli nella scuola, sia per elevare il livello culturale delle sorelle. Le più giovani in particolare ebbero l’opportunità di frequentare corsi di teologia e di scienze religiose.

Sempre in questo periodo, con un Capitolo Speciale a cui parteciparono un nutrito numero di sorelle, promosse la riforma delle Costituzioni che furono poi approvate dalla Chiesa nel 1983 e diede la possibilità di emettere i Voti Religiosi anche alle Sorelle Sorde.

Fu ancora Madre Severina che colse la proposta della Chiesa di celebrare un’ Assemblea Generale tra un Capitolo Generale e l’altro, come verifica del cammino percorso.

Grande e importante iniziativa degli anni ‘70 fu l’apertura della casa e della grande scuola di Benevento. Ridusse così il disagio dei piccoli sordi “emigranti dell’istruzione” e diede loro la possibilità di frequentare una scuola specializzata vicino casa.

Madre Severina era instancabile nella ricerca per rendere vivo e attuale, in Italia e all’estero, il carisma del Venerabile don Giuseppe Gualandi e della Serva di Dio Orsola Mezzini. Infatti, sempre negli anni ’70 partì con intrepido coraggio alla volta del Brasile: andò, vide, preparò la strada e in breve tempo inviò le prime tre missionarie che portarono la parola umana e divina a coloro che non l’avevano mai udita.

Terminato il suo mandato di Superiora Generale, le fu affidato il compito di seguire vari progetti di restauro delle case delle Roveri (Bologna) e di Roma; compiti portati avanti con grande energia, spirito di sacrificio e competenza.

In questi ultimi anni, Madre Severina si trovava nella casa delle Roveri, dove trascorreva le sue giornate seguendo le sorde anziane, soprattutto nell’aspetto spirituale: ogni domenica mattina portava la Santa Comunione alle malate, preparava cartelloni per ogni tempo liturgico, le faceva pregare, raccontava loro la Parola del Vangelo.

La notte del 12 marzo si è sentita male ed è stata portata d’urgenza all’ospedale. Sembrava riprendersi, ma dopo una settimana soltanto, dopo aver chiesto lei stessa i sacramenti si è spenta tranquillamente tra le sorelle che l’assistevano. Erano circa le 21 del 20 marzo 2011.

“La Congregazione – scrive ancora Madre Licia – ha  perduto una delle più grandi suore della sua storia, la suora del cammino, una madre che non aveva paura di andare oltre, di fare il cammino che nessuno mai aveva fatto e di indicarlo alle sue figlie. Madre Severina voleva “le sue suore” vere donne e vere religiose, pronte e decise a seguire Cristo con il carisma dei Fondatori stampato nel cuore e nella mente”.

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini