Iscriviti: Feed RSS

Elena Antinoro Pizzuto. Ricercatrice CNR

Il 14 gennaio 2011 è prematuramente scomparsa a 59 anni Elena Antinoro Pizzuto ricercatrice presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, ideatrice e coordinatrice di questo progetto.

I colleghi sordi e udenti la ricordano così:

La morte di Elena è stata un trauma per tutti noi, erano infatti passati appena dieci giorni da quando, con pudore, ci aveva detto che aveva un problema oncologico a quando è andata via per sempre. In questi anni, abbiamo percorso insieme una parte del cammino della vita, molto ricco sul piano umano e molto stimolante da un punto di vista intellettuale perché Elena aveva, in modo naturale e spontaneo l’impostazione mentale della ricercatrice: curiosa, capace di grandi intuizioni, molto critica, rigorosamente onesta e coerente. La sua ricerca non è mai stata disgiunta dalle sue implicazioni e ricadute nella vita di tutti e, in particolare, in quella dei sordi.

Ecco, se dovessimo definire con una sola parola la caratteristica saliente della personalità di Elena era costituita dall’onestà. L’onestà verso se stessa, l’onestà verso gli altri, l’onestà nel lavoro e l’onestà nella vita privata. Un’onestà che la portava ad essere un’idealista… una dura e pura. Senza compromessi e senza mezze misure, né strategie diplomatiche. Collaborare con lei è stata per tutti noi una grande esperienza umana e lavorativa per gli scambi di idee profondi, senza remore, con la libertà di poter dire fino in fondo il nostro pensiero anche se non coincideva con il suo, anche quando nascevano vivaci e lunghe discussioni. Lunghe, lunghissime perché lei a volte si perdeva nei meandri dei suoi stessi pensieri fino a quando all’improvviso si fermava, dicendo: “Sto parlando troppo!” e spesso finiva che ci mettevamo a ridere.

La incontravi nei corridoi dell’ISTC-CNR, in Via Nomentana, sempre in affanno per i tanti impegni di lavoro, a nessuno dei quali sapeva rinunciare per il suo bisogno di approfondire tutti gli aspetti. Uno dei suoi desideri più forti era quello di trovare sempre uno spazio mentale, come lo chiamava lei, per discutere a fondo di argomenti scientifici, di linguaggio e di Lingua dei Segni con noi che eravamo il suo gruppo.

Come hanno detto i ricercatori sordi, la sua morte è stata una deflagrazione che ha diffuso nell’aria pezzi della sua passione per la ricerca, pezzi che sono entrati direttamente nei cuori di tutti noi – sordi e udenti che, come tanti altri, hanno trovato in lei non solo una studiosa straordinaria ma anche una donna, un’amica di immensa umanità e generosità, un faro per continuare il lavoro iniziato da lei e con lei.

Era per Elena un’emozione indescrivibile vedere il gruppo del VISEL fare ricerca seguendo il suo stesso obiettivo: lavorare con il cuore.

Grazie Elena.

 

Fonte: visel.cnr.it – nw001 – 2011

Ricordo ENS
Molti sono stati, in questi giorni, i messaggi di cordoglio e i contributi, scritti e segnati, per ricordare Elena, nel tentativo di descrivere e interpretare la sua passione, il suo entusiasmo e soprattutto la sua generosità e disponibilità.

La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nei cuori di chi, sordo o udente, le é stato accanto, da collega o da amico. La comunità sorda piange un’alleata fidata, infaticabile, sincera, che sarà impossibile sostituire.

Uno spessore intellettuale, e soprattutto umano, dirompente; una consapevolezza scientifica alimentata dalla continua ricerca di conferme da parte di amici, colleghi e studenti; un’integrità autentica, schietta e tavolta impavida; un’intelligenza estrosa, quasi artistica, aliena da strumentalizzazioni e politiche accademiche. Di lei ci rimane un’immagine limpida, specchio della sua proverbiale onestà unita a un’indicibile giovialità, tanto da avere l’impressione di sentirla ancora dire, nel mezzo di una discussione sulla morfosintassi delle lingue dei segni: “… Hai visto che bel tramonto?”
Ida Collu
Presidente Nazionale ENS


Fondo a nome di Elena Pizzuto

Il Gruppo S.I.L.I.S. (Studio e Informazione sulla Linga dei Segni Italiana) Onlus, in collaborazione con l’ISTC-CNR, ha deciso di istituire un fondo a nome della Dott.ssa ELENA ANTINORO PIZZUTO, recentemente scomparsa. Tale fondo, in linea con gli studi portati avanti dall’illustre collega, ha come obbiettivo quello di finanziare attività di ricerca, formazione e divulgazione della LIS, anche mediante eventuali borse di studio in memoria della Dott.ssa Antinoro Pizzuto.
Per info:
Gruppo SILIS


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di tutti circa il mondo della sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

.