Iscriviti: Feed RSS

Tavolo di lavoro su prevenzione di ipoacusia e sordità

Ministero della Salute: nel Piano 2010-2012, tavolo di lavoro su prevenzione di ipoacusia e sordità

Dal 31 marzo 2011 si è insediato il “Tavolo di lavoro sugli interventi di prevenzione ipoacusia e sordità” presso il ministero della Salute, a cui hanno fatto seguito già diversi incontri. Presenti alle riunioni con propri membri esperti della materia, le Società scientifiche SIO e SIAF, le Regioni e ANAP, a cui si deve l’inserimento dell’ipoacusia per la prima volta nel nuovo Piano di Prevenzione nazionale e l’istituzione del tavolo. Il deficit uditivo è molto sottovalutato in Italia, con forti ripercussioni sulla qualità della vita, in particolare sulla vita di relazione, sui costi dei servizi sanitari e socio-sanitari, sulla sicurezza domestica e stradale. Fra i nostri obiettivi c’è anche quello di emanare linee guida per i Medici di medicina generale che nei confronti dell’ipoacusia nell’anziano, spesso inappropriatamente, prescrivono farmaci al posto di un semplice controllo dell’udito. Il ritardo nella diagnosi costituisce un fattore di aggravamento della disabilità.
Fonte: audioprotesista n. 11 (ottobre 2011)

Il Compito del Tavolo di lavoro sugli interventi di prevenzione ipoacusica e sordità, istituito con il Decreto del Ministero della Salute, Dipartimento Prevenzione e Comunicazione, il 21 gennaio 2011,  “è quello di formulare proposte mirate a:
a) Creazione di un documento con le evidenze scientifiche ed epidemiologiche sugli screening/sorveglianza in differenti età target;
b) Progetto per realizzare materiale per la formazione ai medici di medicina generale ed ai pediatri di libera scelta e per campagne di comunicazione sulla prevenzione.

Rappresentanze del Tavolo:

3 Ministero della Salute
3 Regioni (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Molise)
1 Società Audiologia e Foniatria
1 Societa ORL
1 Ens
1 Associazione Audioprotesista
1 Pediatra

 

nw162 2011