Iscriviti: Feed RSS

Festeggiato a Pianezza il 100° compleanno di Suor Emilia Melesso, educatrice dei sordi

La lunga vita di Suor Emilia Melesso, è trascorsa tra i sordi e per i sordi: dal 1935 al 1965 nell’istituto torinese di Via Assarotti, dal 1965 al 2000 nell’Istituto di Pianezza (Torino). A lei, con alcune giovani sorde, si deve la fondazione, l’8 dicembre 1948, dell’Azione Cattolica Italiani Sordi (ACIS) di Torino.

Dall’anno 2000 suor Emilia vive a Grugliasco (Torino), nella Casa per anziane delle Suore della Carità di San Vincenzo, e continua a interessarsi alle iniziative in favore dei sordi con ardore “giovanile” e con la preghiera.

Il 12 settembre 2013 gli ex allievi sordi dell’Istituto dei Sordi di Torino, gli hanno fatto festa per il suo secolo di vita.

Circa 150 persone, tra sordi e udenti, l’hanno accolta con grande emozione all’Istituto a Pianezza, in cui Suor Emilia ha insegnato per anni ai bambini sordi. Appositamente venuto da Firenze, in compagnia di Fratel Carlo Cattaneo della Piccola Missione per Sordi ed ex allievo di suor Emilia, c’era anche Padre Antonio Loreti (foto), ex direttore dell’Istituto dei Sordi di Torino.

Il pomeriggio è trascorso in un clima di grande festa tra fiori, regali, ricordi del passato e, naturalmente, tante pose per le fotografie.

A Suor Emilia sono stati rivolti saluti ed auguri da parte dell’Istituto dei Sordi di Torino, dei soci dell’ACIS, dell’UEXAS, dell’ENS. Con la collaborazione degli ex alunni, l’Istituto ha offerto un rinfresco con la torta dei 100 anni.

Suor Emilia,ancora in buona salute, è rimasta sorpresa nel vedere tanti suoi ex alunni. Ha salutato tutti uno a uno, senza stancarsi, serena, allegra e compiaciuta. Era il tardo pomeriggio quando Suor Emilia, raggiante di gioia dopo gli ultimi ringraziamenti e saluti, assieme alla sua superiora, è ritornata a Grugliasco.

Ancora auguri, Suor Emilia, e che il Signore ti conservi ancora all’affetto delle tue consorelle e di tante persone sorde da te beneficate.
P. Vincenzo Di Blasio

Il 12 settembre 2013 Suor Emilia Melesso ha raggiunto il suo 100° compleanno.
La data era conosciuta. L’invito per un incontro augurale con lei era stato rivolto ai membri dell’Azione Cattolica Italiana Sordi (A.C.I.S.) e dell’Unione Ex Alunni (UEXAS) attraverso il Notiziario: ore 14,30 presso l’Istituto dei Sorsi di Torino – Via San Pancrazio, 65 – Pianezza.

Sono venuti molto numerosi all’ora indicata. Qualche minuto di attesa ed è arrivata Suor Emilia, accompagnata dalla Superiora della sua residenza attuale in Grugliasco.

Piacevole sorpresa nel vedere tanti suoi ex scolari ha salutato tutti uno a uno, senza stancarsi, serena, allegra e compiaciuta.

L’incontro ufficiale è avvenuto nella grande sola della mensa, dove tutti si sono radunati ex-alunni, amici e conoscenti, venuti da vicino e da lontano.

A Suor Emilia, affiancata da Padre Loreti, sono stati rivolti saluti ed auguri da parte dell’Istituto dei Sordi ti Torino dell’A.C.I.S. e dell’UEXAS, da parte dell’ENS regionale e provinciale, con la collaborazione dell’A.C.I.S. dell’UEXAS l’Istituto ha offerto un rinfresco con la torta dei 100 anni.

Tutto è stato molto gradito. Innumerevole le fotografie scattate a ricordo.

Alle 17,30 Suor Emilia, raggiante di gioia dopo gli ultimi ringraziamenti e saluti è ritornata a Grugliasco.

Per molti anni la lunga vita di Suor Emilia è trascorsa tra i sordi e per i sordi: dal 1935 al 1965 nell’Istituto di Via Assarotti – Torino, dal 1965 al 2000 nell’Istituto di Viale San Pancrazio – Pianezza, dal 2000 vive nella Casa Maria in Grugliasco, continuando a interessarsi alle iniziative in favore dei sordi con ardore “giovanile” e con la preghiera.

Grazie , Suor Emilia. Auguri di buona continuazione da parte di tutti i tuoi sordi.
Padre Antonio Loreti – nw128 (2013)

Visualizza l’articolo di P. Loreti in formato pdf

PER SAPERE DI PIU’
Istituto Sordi di Pianezza

Sito ufficiale Fondazione Istituto dei Sordi di Torino

Suore Vincenzine

_________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini