Iscriviti: Feed RSS

Movimento Apostolico Sordi (MAS) d’Italia. Rinnova lo Statuto sociale

Sabato 24 settembre 2016, a Roma, presso la Piccola Missione per i Sordomuti di Monteverde, si è svolta l’assemblea nazionale del Movimento Apostolico Sordi per l’approvazione del rinnovato Statuto. In qualità di membri dell’assemblea erano presenti:
Marinato Vera con delega scritta del Presidente Nazionale cav. uff. Libero Marinato e del segretario nazionale Sig. Renato Sitta – Pordenone, Amato cav. Michele – Consi-gliere nazionale – Bari, Spezialetti Elio – Consigliere nazionale – Pescara, Ottavio Ca-saluci – Consigliere Nazionale – Novara, Lazzarini Fabio – Presidente diocesano – Ro-ma, Lionello Vincenzo – Presidente diocesano – Padova, Dago Carmen, Presidente dio-cesano – Novara, Di Blasio padre Vincenzo – Assistente ecclesiastico nazionale, Anto-nio Ferralis – Segretario udente MAS di Roma e altri associati al MAS.
Dopo aver fatto l’appello e chiarito il diritto al voto (che spetta solo ai consi-glieri nazionali e ai presi-denti diocesani o loro dele-gati) ed altri particolari, l’assistente spirituale Padre Vincenzo Di Blasio ha dato inizio all’Assemblea con la preghiera comunitaria e un breve saluto.

Il presidente nazionale Libero Marinato, tramite skype, ha rivolto un caloroso benvenuto a tutti i presenti, ringraziandoli della loro par-tecipazione e motivando la sua assenza dovuta a gravosi motivi familiari. Eletti all’unanimità il signor Elio Spezialetti, presidente dell’assemblea e il signor Antonio Ferralis segretario dell’assemblea c’è stata la lettura e l’approvazione del ver-bale del precedente consiglio nazionale del 2 aprile 2016.

Per facilitare la comprensione delle modifiche apportate allo Statuto è stata anche proiettata la pagina Regioni Ecclesiastiche in Italia del sito www.chiesacattolica.it.

Si è poi dato lettura degli articoli presenti nella bozza del nuovo Statuto, tramite proiezione, soffermandosi in modo particolare alle spiegazioni degli articoli innovativi, dando ad ogni socio la possibilità d’intervenire.

A tutti è stata data una risposta esauriente. Nel corso della discussione è emersa la grande difficoltà dei vari gruppi MAS di reperire un proprio assistente ecclesiastico.
L’Assemblea, compiaciuta del risultato finale svolto dal gruppo di lavoro, ha appro-vato all’unanimità le modifiche innovative dello Statuto, che è poi stato presentato alla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) lunedì 26 settembre.

Il nuovo statuto prevede l’apertura dei gruppi Mas all’iscrizione di persone udenti e la creazione di gruppi Mas interdiocesani. Ribadita in Roma la sede nazionale. Tra le varie ed eventuali è stato proposto un formulario di indagine conoscitiva, per la realizzazione di futuri pellegrinaggi. Grande soddisfazione ha suscitato la realizzazione del proprio sito www.movimentoapostolicosordi.org.

Il MAS rinnova il suo Statuto
Sabato 24 settembre 2016 si è tenuta la tanto attesa Assemblea Nazionale del Movimento Apostolico Sordi.
I soci del MAS provenienti da diverse diocesi italiane si sono ritrovati a Roma in via Vincenzo Monti nella sede della Piccola Missione per i Sordomuti, che da sempre offre collaborazione, ospitalità e assistenza religiosa a tutti i soci. L’argomento principale all’ordine del giorno è stata l’approvazione delle modifiche apportate allo Statuto. Sì, il nostro Statuto promulgato nell’Anno Santo del 2000 è stato sottoposto ad un restyling. Un aggiornamento resosi assolutamente necessario perché in questi ultimi decenni la nostra società italiana e con lei il vivere dei cattolici ita-liani ha conosciuto profondi cambiamenti e non sempre questi cambiamenti sono stati favorevoli per la crescita spirituale dei cristiani. In modo particolare si nota che le persone sorde non vivo-no una vera inclusione nella vita ecclesiale e nella vita sociale. Purtroppo dobbiamo segnalare invece come alcune sette sono più che mai agguerrite e le persone sor-de sprovviste di adeguata formazione biblica e liturgica stanno ingrossando le loro fila abbandonando la Chiesa cattolica.

I tempi che si presentano sono più difficili per i fedeli sordi. Nonostante l’uso frequente di strumenti tecnologici a nostro favore, quello che manca è la possibilità di comunicare in modo conti-nuo con le realtà ecclesiali e le altre realtà sociali e culturali e far comprendere loro il nostro mondo e le modalità del nostro comunicare. Ecco allora che come MAS abbiamo accolto alcune proposte emerse nei nostri gruppi, come quella di accorpare le diocesi dove siamo attualmente presenti, in gruppi inter-diocesani che si riconoscono geograficamente in Regioni Ecclesiastiche (simili alle regioni politiche italiane); abbiamo dato maggiore significato alla presenza e al ruolo delle persone udenti che volontariamente offrono il loro tempo e i loro carismi nei vari gruppi MAS, e che da loro riceviamo un significativo contributo per realizzare una sempre maggiore inclusione nella Chiesa e nella società civile.

L’Assemblea si è conclusa con grande soddisfazione dei soci che all’unanimità hanno approvato le modifiche. Il giorno dopo, Domenica dell’Effatà, eravamo in Piazza San Pietro con il nostro striscione e abbiamo avuto la gioia di ascoltare durante l’Angelus la preghiera di Papa Francesco che così si è espresso: “Oggi ricorre la Giornata Mondiale del Sordo. Desidero salutare tutte le persone sorde, qui pure rappresentate, e incoraggiarle a dare il loro contributo per una Chiesa e una società sempre più capaci di accogliere tutti”.
A nome di tutti i soci MAS, Padre Vincenzo Di Blasio assistente nazionale, Vera Marinato delegata per il presidente nazionale, accompagnati da Fabio Lazzarini e Antonio Ferralis, rispettivamente presidente e segretario diocesano MAS di Roma hanno consegnato copia dello Statuto approvato dall’Assemblea all’Ufficio Giuridico della Conferenza Episcopale Italiana affinché lo presenti al Consiglio Permanente della CEI per l’approvazione definitiva.

In attesa dell’approvazione del nuovo Statuto accogliendo anche l’invito a noi rivolto dal Santo Padre, come soci MAS, continuiamo a vivere lo spirito dell’art.2 del nostro Statuto che ricordiamo recita così: “ Il MAS promuove la formazione cristiana dei propri soci che offrono così la loro collaborazione per la diffusione del Vangelo con spirito di carità”.
A tutti i soci, sordi e udenti, che hanno collaborato per la stesura del nuovo Statuto e per l’organizzazione dell’Assemblea Nazionale va il nostro più vivo ringraziamento e la nostra riconoscenza.

Antonio Ferralis. Fonte: Apriti!

PER SAPERE DI PIU’

Mas sito ufficiale

Giornata Mondiale del Sordo

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini