Iscriviti: Feed RSS

Santuario di N.S. del Bosco di Pannesi in Lumarzo (Genova)

A35 km da Genova, in valle Fontanabuona sulle rive del torrente  Lavagna, sorge il Santuario di Nostra Signora del Bosco a Pannesi nel Comune di Lumarzo.
La Madonna si manifestò al pastorello Felice Olcese, sordo e muto, mentre stava pascolando il gregge e raccogliendo castagne. Dopo di avergli fatto dono dell’udito e della favella, gli ordinò di far erigere in quel posto una cappella, indicandogli anche il perimetro dei muri. Inoltre gli affidò un messaggio per promuovere la santificazione della festa. L’Apparizione risale al 1500. Lo ha  scritto Giovanni De Carlis nella sua opera: Santuari mariani legati alla storia dei sordomuti, nel 1971.


Cenni Storici: Sorge tra folti  castagneti dove, secondo la tradizione, la Santa Vergine Maria apparve il sordomuto Felice Olcese, di Pannesi, mentre stava raccogliendo funghi nel bosco.
La Madonna chiese al giovane di farle costruire un tempio in Suo onore memoria, dandogli pure indicazioni sulla sua forma. Il giovane riacquistò all’istante l’udito e la parola. Riconoscente egli promise, secondo il desiderio della Madonna, la costruzione del tempio cui presero parte tutti i paese circonvicini ed in particolare la confraternita dedicata al culto mariano.
L’anno di edificazione è ancora oggi controverso, alcuni studiosi sostengono sia opera del XIV°-XV° secolo, mentre altri lo spostano al 1500. Quanto alla data del 1583 incisa sulla pietra infissa sopra la porta della sacrestia, così osserva il Terrile:
“ […] E’ invece verosimile che essa ricordi l’epoca di erezione di una cappella primitiva che quivi doveva esistere prima che si edificasse l’attuale Santuario, se pure non si è voluto con essa tramandare ai posteri l’anno preciso in cui sarebbe avvenuta la prodigiosa guarigione di Felice Olcese con l’apparizione della Vergine Santissima. […]”.
Aggiungeremo che alcuni decenni fa vennero ritrovate mura antiche dietro il coro dell’attuale Santuario; i resti potrebbero rappresentare testimonianza di una precedente cappella. Il Santuario, che fu anche luogo di romitaggio, ossia luogo di convegno per laici religiosi dediti alla solitudine contemplativa ed alla preghiera, ha tre navate con una lunghezza di circa 30 metri presbiterio compreso.  Gli altari sono tre, tutti di prospetto, e il maggiore è munito di balaustra in marmo. Quello di sinistra è completato da un quadro acquistato nel 1813 e dedicato al SS.Nome di Maria Vergine, quello di destra da un’icona acquistata nel 1812 dalla confraternita del SS.Nome di Maria raffigurante, secondo il Terrile, Maria e Papa Innocenzo XI° con Giovanni Sobieski re di Polonia (vincitore dei Turchi). Per il Remondini invece rappresenterebbe Maria, S.Gregorio e S.Giorgio.
La statua della Madonna viene portata in processione nella festa dell’Ascensione e nella ricorrenza del Nome di Maria che si celebra la prima domenica dopo l’8 settembre. Le due feste non hanno origine locale, ma si allacciano a precedenti manifestazioni religiose in uso a Genova. Quella dell’Apparizione affonda le sue radici nelle feste profane del 1400 comprendenti balli campestri, divertimenti vari e palio completati da festeggiamenti in onore della Madonna, l’altra ha invece origine più precisa, essendo nata come ringraziamento per la vittoria cristiana sui Turchi, avvenuta a Vienna nel settembre del 1683.

Preghiera a N.S. del Bosco
Vergine gloriosa e benedetta, che apparendo al sordomuto Felice Olcese gli hai manifestato la Tua volontà di avere nel silenzio del Bosco un Santuario, ascolta la mia preghiera.
Sii per me conforto nel dolore, speranza nell’avversità, guida nel sentiero della vita.
Col Tuo aiuto, prometto di osservare la legge di Dio, e in modo  particolare di santificare la festa come Tu hai raccomandato; e dopo averTi amata in vita, spero di giungere a vederTi in cielo e restare con Te per tutta l’eternità. Amen
Tre Ave Maria
Come giungere al Santuario
Per giungere al Santuario Mariano di NOSTRA SIGNORA del BOSCO, la strada più comoda è quella che parte dall’uscita autostradale di Recco, si inoltra verso Uscio per giungere poi a Pannesi di Lumarzo.  Da qui, attraverso una stradina che si svolge tra folti castagneti, si può raggiungere in circa 20 minuti di cammino a piedi o in meno di 10 minuti d’auto il Santuario di N.S. del Bosco. All’esterno del Santuario, oltre ad un ampio spazio verde, vi è anche la possibilità di un pic-nic, con un luogo attrezzato allo scopo, proprio nel posto dove sorge una splendida fontanina con acqua di fonte sorgiva. Presso il Santuario vi è anche un’area attrezzata per pic-nic.


Siti internet:
www.nsbosco.webdomini.com
www.mariadinazareth.it


 

Il Santuario di N.S. del Bosco di Pannesi in Lumarzo (Genova)