Iscriviti: Feed RSS

Navigare nella didattica multimediale: Smart Board (Newsletter della Storia dei Sordi n.339 del 18 ottobre 2007)

Navigare nella didattica multimediale. In occasione della presentazione ufficiale del progetto “Navigare nella didattica multimediale”, sono state inaugurate presso l’ITCG A.Magarotto a Padova il 9 ottobre 2007, le strumentazioni tecnologiche acquisite per la realizzazione del progetto stesso, grazie al co-finanziamento della Fondazione Cariparo e alla collaborazione della Provincia di Padova.
Lo strumento particolarmente innovativo che il progetto vede protagonista è la Smart Board,una lavagna interattiva touch screen che trasforma il computer ed il proiettore in potenti strumenti per la didattica. Con un’immagine del computer proiettata sulla lavagna smart, é possibile premere sull’ampia superficie touch-sensitive per controllare tutte le applicazioni del computer. Utilizzando una penna, é facile lavorare con una lavagna interattiva facendo annotazioni ed evidenziando informazioni rilevanti. Grazie al Software Smart Notebook in dotazione con la lavagna interattiva e compatibile con i maggiori sistemi operativi, é possibile ‘scrivere’ su ogni applicazione, salvare, modificare, utilizzare il potente OCR, stampare, esportare il proprio lavoro in uno dei formati standard PDF, HTML, JPEG ed inviarlo per posta elettronica. La tecnologia Smart Board consente di scrivere con la penna su un layer sovrapposto all’immagine proiettata e di interagire con il computer utilizzando la penna come se fosse la freccia del mouse.

L’idea di mettere a disposizione all’interno dell’ambiente classe un sistema integrato a forte contenuto tecnologico che privilegi il canale visivo, nel nostro caso un sistema integrato composto da computer collegato ad internet + video proiettore + lavagna interattiva, nasce dalla considerazione che l’uso di tali tecnologie contribuiscono fortemente a dare nuovi stimoli ed ad accrescere la motivazione negli studenti sordi potenziandone il rendimento.

La possibilità poi per il docente di navigare assieme ai discenti tra i siti web catturando immagini, effettuando studi e ricerche da proiettare su uno schermo gigante personalizzando il lavoro,interagendo con la lavagna interattiva con un semplice tocco della mano come se questa fosse il mouse, o integrando quanto compare sullo schermo con scritte, frecce o quant’altro si ritenga chiarificatore attraverso l’uso di un semplice pennarello, stimola gli studenti ad una partecipazione più attiva e nello stesso tempo più gratificante delle lezioni, sentendosi parte integrante delle stesse e non attori passivi, come purtroppo molto spesso accade.

L’ISISS-ITCG “A. Magarotto” con l’attuazione di questo progetto intende pertanto raffinare e potenziare l’utilizzo degli strumenti informatici multimediali anche nella quotidianità della didattica disciplinare, con la convinzione di offrire agli studenti sordi una strumentazione ed una metodologia che certamente contribuisce a ridurre l’impatto del loro handicap sensoriale, superando la metodologia tradizionale di proporre le lezioni frontali e sequenziali a favore di una didattica attiva che mette in secondo piano le difficoltà linguistiche degli alunni sordi grazie alla valorizzazione dell’aspetto visivo proprio della multimedialità.
Fonte: Magarottopadova.it

Chi era Antonio Magarotto?

Istituto Tecnico Commerciale e per i Geometri “Antonio Magarotto” di Padova

nw339


Newsletter della Storia dei Sordi n.339 del 18 ottobre 2007