Iscriviti: Feed RSS

Minore ipoacusico. Indennità di Frequenza (Newsletter della Storia dei Sordi n. 556 del 6 ottobre 2008)

INVALIDITA’ CIVILE L.118/1971 E SEGUENTI MODIFICHE

Art.2 comma 2: “si considerani invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite anche a carattere progressivo…che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a 1/3 (34%) o, se minori di 18 anni, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età”.

Il giudizio della commissione medica in caso di maggiorenni, deve basarsi solo sulla capacità lavorativa residua e questa viene espressa con una percentuale che si basa su una tabella del del D.M. 5/2/92 che fissa la percentuale di invalidità per le malattie invalidanti e le minorazioni.

Requisiti per essere riconosciuti invalidi civili per MINORENNI IPOACUSICI:

·         perdita uditiva superiore ai 60 dB tra le frequenze 500-1000-2000 Hz nell’orecchio migliore (L.289/90).

·         difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età. (Fanno riferimento alla velutazione percentuale ai sensi art.5, comma 7, D.L. 124/98 ” Ai soli fini dell’assistenza sanitaria, la percentuale di invalidità dei soggetti ultrasessantacinquenni è determinata in base alla presenza di difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.”).

A 18 anni i diritti decadono e gli interessati dovranno sottoporsi ad un nuovo accertamento, previa domanda degli stessi, per il riconoscimento dell’invalidità civile e gli verrà assegnata la percentuale di invalidità.

BENEFICI :
Il minore ipoacusico ha diritto:

·         fornitura e riparazione gratuita dei sussidi protesici che possono essere sostituiti ogni qual volta lo specialista lo ritenga necessario;

·         sistema di trasmissione del sistema IR o FM.

·         indennità di frequenza se frequenta centri di riabilitazione pubblici o convenzionati oppure la scuola.Viene corrisposta solo per i mesi in cui il bambino frequenta uno di questi centri. Deve essere dichiarato nella domanda che va rifatta annualmente per quanti mesi frequenterà un centro riabilitativo con allegato certificato di frequenza.

·         esenzione ticket in caso di sordità congenita oppure se inferiore a 6 anni e con un limite di reddito.

Requisiti per essere riconosciuti invalidi civili per SOGGETTI IN ETA’ LAVORATIVA

Essere affetti da malattie e menomazioni croniche e permanenti, sia di natura fisica che psichica ed intelletiva che riduce la capacità lavorativa della persona in misura non inferiore ad un terzo (pari o superiore al 33%).

Il maggiorenne ipoacusico acquisisce i diritti in base alla percentuale di invalidità che gli è stata riconosciuta.

da 33 a 45%
– Ausili e protesi previsti dal nomenclatore nazionale.
da 46 a 73%
– Ausili e protesi previsti dal nomenclatore nazionale.
– Iscrizione alle liste speciali per il collocamento degli invalidi civili
da 74 a 99 %
– Ausili e protesi previsti dal nomenclatore nazionale.
– Iscrizione alle liste speciali per il collocamento degli invalidi civili.
– Concessione dell’assegno mensile con limiti di reddito. l’assegno è condizionato all’iscrizione alle liste di collocamento.L’assegno è concesso anche a chi non è iscritto alle liste di collocamento perchè non collocabile.
100 %
– Ausili e protesi previsti dal nomenclatore nazionale.
– Iscrizione alle liste speciali per il collocamento degli invalidi civili
– Esenzione del ticket farmaceutico (esclusi i farmaci di fascia C)
– Concessione pensione di invalidità civile nei limiti di reddito fissati annualmente.
Dal 67% d’invalidità civile gli utenti possono usufruire dell’esenzione del ticket sanitario per prestazioni specialistiche.

Se si ha il riconoscimento come invalido civile per usufruire dei benefici della L104/92 bisogna presentare un’altra domanda per l’accertamento della condizione di handicap o handicap grave.

Le due pensioni non sono cumulabili a meno che non ci sia la presenza di patologie associate alla sordità.

Fonte: edscuola – nw556


Newsletter della Storia dei Sordi n. 556 del 6 ottobre 2008