Iscriviti: Feed RSS

N.D. Concetta de’ Marchesi Castiglione, benefattrice.

CENTENARIO DA NON DIMENTICARE
Il 25 marzo del 1917, nella sua Villa di Giulianova, all’età di 75 anni consegnava la sua anima generosa a Dio la nobildonna Concetta de’ Marchesi Castiglione, vedova dell’Avv. Pio De Berardinis, nativa di Penne (Pescara). Ai suoi funerali, il 27 marzo nella chiesa arcipretale di Giulianova (Teramo), riconoscenti parteciparono le due sezioni dell’Istituto Gualandi, venute da Teramo.

Con testamento olografo del 1° maggio del 1914 Donna Concetta aveva, infatti, destinato ogni suo bene (terreni e immobili) al nascente Istituto Gualandi abruzzese, nominando come esecutore testamentario Padre Vincenzo Occhi (1870-1940). Tra i beni donati ai sordomuti c’era la Villa De Berardinis (oggi sostituita dalla palazzina amministrativa della ASL di Giulianova), per anni usata per la villeggiatura estiva e bagni di mare degli alunni sordi delle case di Teramo, Bologna e Firenze.

Concetta de Marchesi Castiglionne

Sui terreni donati da Donna Concetta fu poi realizzato l’imponente edificio dell’ormai ex Istituto Gualandi per sordomuti e sordomute di Giulianova, iniziato nel 1934. Un trafiletto della rivista Effeta del 26 agosto 1917 così rendeva omaggio (che facciamo anche nostro) a Donna Concetta: “Ancora una volta un pensiero di riconoscenza alla caritatevole benefattrice, che ha arricchito l’Istituto con questa eredità preziosa”.
P. Vincenzo Di Blasio

PER SAPERE DI PIU’

Istituto Gualandi di Giulianova (Teramo)

Fondazione Gualandi

1903 Istituto Gualandi Sordomuti Giulianova Teramo