Iscriviti: Feed RSS

Le mascherine trasparenti

“La ragazza, sorda dalla nascita, ha deciso di prendere ago e filo e darsi da fare per aiutare chi è nella sua stessa situazione”
“L’impegno di Federica per i sordi: mascherine trasparenti per leggere il labiale”

Federica e ludovica lamiacittanews.it
                                                                                                                                                          Federica e Ludovica

Ai tempi del Coronavirus, sono moltissimi gli esempi di solidarietà e impegno dimostrati dai cittadini nei confronti degli altri. Uno di questi ci arriva da Federica, una ragazza viterbese sorda che in breve tempo ha imparato a cucire e ora sta realizzando delle mascherine trasparenti per poter leggere il labiale di chi le indossa.

Di seguito il messaggio della sua amica Ludovica:

“C’è una ragazza troppo modesta per dare notizia di ciò che sta portando avanti a sostegno della comunità, lei si chiama Federica, è sorda dalla nascita ed in questo periodo difficile si sta dando da fare su più fronti, e senza dir niente a nessuno si è messa a cucire “a mano” mascherine trasparenti.

Fino ad una settimana fa non aveva mai preso in mano un ago, ma tra un tutorial e l’altro il risultato si sta rivelando più che dignitoso, non saranno perfette e con gli orli rifiniti ma aiuteranno sicuramente i destinatari finali a comunicare efficacemente con le persone sorde, leggere il labiale con le mascherine tradizionali è impossibile e la comunicazione ancora più difficile del solito.

WhatsApp-Image-2020-04-14-at-18.42.12-1024x768
Le mascherine trasparenti per leggere il labiale

In un momento storico tanto complicato questo esempio di intraprendenza non può che donarci un sorriso, chi di voi volesse sostenere questa giovane donna magari donandole un pezzo di stoffa o un rocchetto di filo sarà un portatore sano di speranza”.
Ludovica, orgogliosa amica di Federica (Fefè Miralli, n.d.r.) “la super sarta sorda”
Fonte: lamiacittanews.it

Emergenza Sordi: arrivano dagli USA le mascherine chirurgiche trasparenti
Emergenza Sordi è un’associazione di promozione sociale composta da persone sorde già autore del Videolis sul corretto lavaggio delle mani (Vedi)
Finalmente una barriera della comunicazione è stata abbattuta!

Due sordi dello Staff di Emergenza Sordi, in divisa da volontari del Corpo Italiano del Soccorso dell’Ordine di Malta insieme con il Capo Gruppo Monza Brianza – CISOM – Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta, sono subito operativi con le mascherine chirurgiche trasparenti sanitarie, acquistate direttamente dagli USA per uso interno dell’associazione.

Sono mascherine chirurgiche sanitarie trasparenti, brevettate e prodotte da un’azienda statunitense, la Safenclear, in possesso del certificato di registrazione U.S. Food and Drug Administration che soddisfano gli standard della maschera chirurgica ASTM Livello 1 con l’ulteriore vantaggio di possedere una finestra trasparente, resistente all’appannamento, che agevola la comunicazione tra operatore sanitario e paziente sordo.

Negli USA sono molto usate in ambito sanitario ed oggi finalmente sono state testate dal nostro staff che con grande soddisfazione e gioia è riuscito a lavorare in perfetta sincronia con i volontari udenti CISOM.

Emergenza Sordi, avvalendosi di persone competenti, cerca di lavorare con la massima professionalità mettendo in evidenza l’importanza della piena accessibilità, in particolar modo nelle situazioni emergenziali, per le persone sorde.

INFO:
Emergenza Sordi 
#NurseTimes – Giornale di informazione Sanitaria
Fonte: nursetimes.it

Coronavirus 6

Mascherine anche per bambini e non udenti: la Misericordia di Vinci fa da sé
I volontari al lavoro per realizzare i dispositivi di protezione, camici compresi. “E’ un bell’aiuto, anche economico”
Le mascherine protettive? Alla Misericordia di Vinci (Casa natale di Leonardo da Vinci, amico dei sordi), i volontari se e realizzano da soli. E ne fanno, non solo di chirurgiche, ma anche per bambini, con misure e fantasie ad hoc e pure per i soccorsi da prestare ai non udenti, con una finestra apposita che permetta loro la lettura delle labbra dei soccorritori. Del resto, l’obiettivo dell’associazione con sede in via Pierino da Vinci è stare vicino a tutti coloro che si trovano in difficoltà. E farlo, da mercoledì con un ulteriore servizio: la Misericordia è infatti impegnata anche nel servizio di tamponi domiciliari per conto di Asl Toscana centro e Regione.

Insomma, il da fare non manca alle squadre sempre attive sul territorio, eppure Il tempo di studiare e mettere a punto dispositivi di protezione si trova, eccome. I volontari, anche prendendo spunto dal web e dalle iniziative sbocciate altrove, hanno realizzato alcune prove e poi alcuni modelli. «Le mascherine per il soccorso a non udenti hanno una sorta di ‘finestra’ in plastica trasparente di fronte alla bocca – spiega Federico Giorni, da anni in forza all’associazione – Qualora ci trovassimo a prestare soccorso a persone con questo tipo di disabilità, indossandole, faciliteremo la comunicazione con loro».
Fonte: lanazione.it

Coronavirus 6

PER SAPERE DI PIU’
Coronavirus

Mascherine trasparenti

Lingua dei Segni Italiana e Labiale