Iscriviti: Feed RSS

I Sordi Italiani in pari dignità

Pari Opportunità
Nel combattere la nostra oppressione non dobbiamo opprime il prossimo. Facciamo tutti parti delle società e delle comunità in cui viviamo, dalle quali siamo tutti condizionati e con le quali condividiamo certe volte molti dei loro pregiudizi. Dobbiamo fare attenzione e non ripetere, all’interno delle nostre stesse organizzazioni, la discriminazione cui ci troviamo di fronte nella società. Per ottenere il pieno riconoscimento dei propri diritti umani, tutte le persone con disabilità devono partecipare attivamente al conseguimento di questo traguardo. I diritti umani devono essere riconosciuti a tutte le persone, con o senza disabilita.

Un modo importante per assicurare il coinvolgimento della gente è quello includere gruppi che vengo spesso trascurati-donne con disabilità, persone con disabilità appartenenti a classi più disagiate, persone con disabilità mentali, persone di colore con disabilità, persone omosessuali con disabilità e persone anziane con disabilità. Queste persone sono spesso soggette a discriminazioni doppie o multiple.

Identità sessuale
Per “identità sessuale” si intendono le differenti caratteristiche gli uomini e le donne hanno o dovrebbero avere. Tali caratteristiche variano a seconda delle comunità: differiscono da luogo a luogo e in epoche diverse; possono cambiare proprio como possono cambiare le definizioni delle caratteristiche delle persone con disabilità.

Ciò che la gente si aspetta che siate, e ciò che poi vi aspettate da voi stessi, può essere un elemento di oppressione per tutte le persone con disabilita. Soffrono discriminazioni le donne con disabilità che non si conformano ad un stereotipo di bellezza, di carattere buono e tranquillo, di fecondità e che le vuole più riguardose verso il prossimo che verso se stesse. Altrettanto accade agli uomini con disabilità come non vengono considerati forti, responsabili ed economicamente attivi. Dobbiamo mettere in discussione questi modi limitativi di definire uomini e donne e dobbiamo dimostrare che donne, uomini, ragazze e ragazzi con disabilità hanno tutti lo stesso diritto di essere giudicati nello stesso modo di donne, uomini, ragazze e ragazzi senza disabilità.

Minorazioni
Nel passato, le persone colpite da tipi differenti di minorazioni sono state tenute separate tra loro. Miti e stereotipi su particolari tipi di minorazioni sono condivisi da persone con minorazioni diverse.

Alcuni elementi della struttura dell’oppressione, come la segregazione nei trasporti colpiscono certe persone con disabilità più di altre oppure in modo diverso. Dobbiamo esaminare il fatto che tutti dobbiamo affrontare un’oppressione, sebbene in modi differenti. Otterremo risultati molto più efficaci se combatteremo insieme questa oppressione, in qualsiasi forma essa si manifesti.

Etnie
In ogni società vi sono persone che hanno un tenore di vita inferiore a causa di pregiudizi fondati su differenze razziali o culturali. Esse possono costituire la minoranza o la maggioranza in un particolare paese. Se hanno anche una disabilità, allora subiranno una doppia oppressione e potranno essere le “ultime della fila” quando si tratta di ottenere servizi e assistenza.

Tutti noi condividiamo con altre persone determinati atteggiamenti, molti dei quali derivano dalla società in cui viviamo. Dobbiamo prendere in considerazione la possibilità che il modo in cui guardiamo alle persone varia a seconda della razza o della cultura alla quale esse appartengono. Dobbiamo cercare di cambiare gli squilibri che esistono all’interno delle nostre organizzazioni e che escludono determinati individui. Alcuni di questi argomenti sono difficili da affrontare e potremmo pensare che non siano applicabili al caso nostro, ma dobbiamo essere onesti e pazienti con noi stessi e dedicare un po’ di tempo alla discussione di questo questioni.

PER SAPERE DI PIU’
Pari opportunità

Guida Agevolazioni fiscali a favore delle persone con disabilità

ufficio politiche favore disabilità Governo