Iscriviti: Feed RSS

Il ricordo del missionario P. Giuseppe Moschiano

P. GIUSEPPE MOSCHIANO
della Piccola Missione per i Sordomuti

Cento anni fa terminava la prima guerra mondiale (1915-18) e dalle pagine della rivista Effeta (n. 50 del 15 dicembre 1918) apprendiamo del congedo di P. Giuseppe Moschiano e del suo ritorno all’Istituto Gualandi di Roma: “...ai primi vespri dell’Immacolata è tornato il P. Moschiano dal servizio militare che lo aveva impedito per circa quattro anni dal prestare l’opera sua intelligente e attiva al nostro Istituto … egli subito ha deposto il grigio verde, dando un colpo inesorabile di rasoio ai suoi baffi lunghi e maestosi. Al mattino della festa tutta la Comunità faceva corona all’altare, dove P. Moschiano celebrò la S. Messa con profondo raccoglimento e viva pietà, tanto più sentita per la singolare coincidenza della rinnovazione dei voti religiosi”.

Ma chi è stato P. Moschiano? Nel libro Dove l’amore parla più forte di Nicola Gori (Ed. San Paolo, 2007) “viene considerato il migliore interprete dello spirito del Fondatore: rimaneva per ore intere a studiare i documenti e gli scritti dei Gualandi. Sarà lui, infatti, il maggior storico della Congregazione e colui al quale tutti i biografi dei Gualandi si sono riferiti per i loro lavori”.

Padre Giuseppe Moschiano, figlio di Domenico e di Somma Consilia, nacque a Moschiano (Avellino) il 23 settembre 1878 ed entrò nella congregazione della Piccola Missione per i Sordomuti nel 1894.

Frequentò le scuole del Pontificio Seminario Romano e si laureò in teologia alla Gregoriana. Fu ordinato sacerdote il 24 giugno 1903.

Abilitato all’insegnamento dei sordomuti fin dal 1902 insegnò dal 1904 al 1914 sia all’Istituto Gualandi di Roma sia all’Istituto Statale di via Nomentana.

Partecipò alla campagna di guerra 1915/18 con croce al merito e di guerra. Dopo la pausa di vita militare, nel 1924 fu trasferito all’Istituto Gualandi di Bologna dove ricoprì la carica di vicerettore e membro del Consiglio di Amministrazione dell’Opera Gualandi dal 1924 al 1957 e dal 1941 al 1953 ne fu anche direttore generale.

Fu direttore dell’Istituto Gualandi di Roma dal 1930 al 1941 e Superiore Generale della Congregazione dal giugno 1941 al luglio 1953, con tutta la sua energia ed operosità per il bene dei sordomuti.

A Bologna acquistò una villa per farne la casa generalizia delle Suore della Piccola Missione e si occupò dell’ampliamento dell’orto della casa di via Nosadella per farne un campo sportivo. Valorizzò anche il patrimonio artistico dell’Istituto, mettendo in rilievo la grande quantità di pitture donate da Alessandro Guardassoni a don Giuseppe.

Seguendo le orme di Padre Umberto Montevecchi, continuò gli incontri periodici con gli ex alunni e per essi promosse varie iniziative spirituali, tra i quali i pellegrinaggi giubilari a Roma per gli Anni Santi 1933 e 1950.

Nel 1934 si occupò delle celebrazioni per il 50° anniversario dell’Istituto di Roma, preparò una pubblicazione sull’evento e per la Congregazione ottenne un’udienza privata con Pio XI.

Si preoccupò di ordinare l’archivio della Congregazione a cui tutti coloro che vogliono studiare i Fondatori o le attività dell’Opera debbono essere riconoscenti. Frutto di accurate ricerche fu il prestigioso volume “I Fratelli Gualandi nel centenario del loro apostolato dei Sordomuti”, 215 pagine di grande formato, arricchito di numeroso fotografie e stampato nel 1949 nella Tipografia Sordomuti dell’Istituto Gualandi di Bologna.

Giuseppe Moschiano 1878-1957

In occasione del centenario della “Vocazione per i sordomuti” dei fratelli Gualandi, organizzò a Bologna e a Roma un raduno di numerosi sordi in rappresentanza delle case dell’Opera.

Nominato più volte commissario ministeriale per le scuole di metodo, dal Ministero della Pubblica Istruzione venne premiato con medaglia d’oro per i 46 anni d’insegnamento.

Padre Moschiano rimase in carica come superiore generale fino al 1953. Terminato il mandato si dedicò all’insegnamento del catechismo ai bambini dell’Istituto di Bologna.

Morì il 16 marzo 1957. Riposa a alla Certosa di Bologna.
P. Vincenzo Di Blasio

PER SAPERE DI PIU’

Piccola Missione per i Sordi

Comune di Moschiano (AV)

La Luce del Silenzio